Internet e i social sono pieni dei cosiddetti “epic fails”, errori di comunicazione che lasciano in segno nella storia di una azienda. In Digital Cooking osserviamo quotidianamente aziende importanti che comunicano perfettamente sui media tradizionali ma che si perdono miseramente quando iniziano la loro attività su web o su un canale social.

Di tutti i curricula che arrivano, il 90% è fatto di social media manager. Una figura professionale, inflazionata,  che evidentemente si ottiene nel tempo di un corso di pochi giorni. Migliaia di freelance pronti a curare la tua campagna social, ma con un risultato è devastante: post su facebook molto belli ma che collezionano 4 likes, una comunicazione puramente riempitiva la cui efficacia è pari allo zero, un  “taglia e incolla” selvaggio di testi e immagini applicato senza pudore. Un po’ come il medico di una volta, noi lavoriamo in modo diverso. Prima ascoltiamo, poi analizziamo lo scenario, quindi mettiamo in moto la nostra creatività, ma tenendo sempre ben presente che la sola creatività, come la sola estetica non sono sufficienti per raggiungere un risultato.

Da noi “il grafico fa il grafico e il programmatore fa il programmatore“, ma tutti  godiamo di una quota di “esperienza condivisa” che ci permette di lavorare ad un progetto in gruppo, in modo organico e funzionale. Che si tratti di un testo, di una immagine o di un video, nulla viene prodotto a caso, ma “messo in circolo” in funzione degli obiettivi del piano di comunicazione al quale stiamo lavorando.

Questo modello lo applichiamo sempre e comunque, sia che si tratti di un progetto complesso che di un lavoro da pochi euro. Avrete un unico interlocutore:  non più “il grafico” per le immagini, “il programmatore” per sviluppare una funzionalità così come “il provider”  per la posta, il “videomaker” per il video e il “tipografo” per le stampe. Chiederete sempre a noi, saremo sempre e solo noi responsabili di tutto: lavorando in questo modo, inoltre, ottimizzerete tempi e costi, e i risultati si otterranno più facilmente.

E ricordate, noi i clienti preferiamo tenerceli per soddisfazione, e non per contratto.

Metteteci alla prova.