Complimenti al nipote, direi.

Complimenti al nipote, in quanto noi per gestire bene un canale social siamo costretti ad aggiornarci in continuazione. C’è chi ragiona su un progetto editoriale, chi definisce una strategia cercando di capire cosa vuole il cliente, c’è chi pensa alla grafica, chi costruisce una campagna, chi parla con i signori di Facebook, chi verifica i numeri e l’efficacia e chi…

Di nuovo, complimenti al nipote.

Siamo in un periodo nel quale sono tutti “Social Media Manager”. Una volta c’era la figura mitologica del Minotauro, oggi c’è il Social Media Manager.
Non arriva un curriculum senza questa qualifica: magazziniere? Si, ma anche social media manager. Esperto di SQL? Si, ma anche specializzato in social media.

Poi, all’atto pratico, ti rendi conto che con un corso di qualche giorno (ora) si acquisisce di fatto la qualifica.
Poi ti rendi conto che un “utente evoluto” – chi di voi non smanetta con Facebook ? – diventa con poca fatica anche manager.

Di qui la strada per ottenere dai clienti un giudizio del tipo “Eh, ma ‘sti social non funzionano…”.

E certo… sono i social che non funzionano. Non sarà, invece, per caso, che è tuo nipote a non essere capace?